Una approfondita visita medica stabilisce chi può donare il sangue. Il donatore deve essere una persona sana, in buone condizioni generali, di peso non inferiore a 50 kg, di età non inferiore a 18 anni e fino ai 65. Sono escluse dalla donazione le persone che siano o siano state affette da patologie particolari che pregiudichino la loro salute e quella del ricevente. Per le donne in età fertile la legge prevede un massimo di due donazioni di sangue intero all'anno.

MEMORANDUM

  • Almeno 90 giorni dall'ultima donazione di sangue intero, per le donne in età fertile massimo due volte l'anno;
  • A digiuno da almeno 8 ore; al massimo un caffè o una tazza di thè e biscotti. NON assumere latte;
  • 18 - 65 anni di età (dopo i 65 anni a discrezione del medico prelevante se donatore abituale);
  • Peso NON inferiore a 50 kg.;
  • Per le donne: non in gravidanza; ad almeno un anno dal parto e 6 mesi dopo l'interruzione della gravidanza;
  • Non malattia in fase acuta;
  • 4 mesi da intervento chirurgico maggiore, una settimana da intervento chirurgico minore e comunque fino a guarigione della ferita conseguente;
  • 4 mesi da contatto con epatici, 4 mesi dopo aver ricevuto emocomponenti o plasma derivati;
  • In caso di prima donazione l'età non deve essere superiore ai 60 anni;
  • NON malattie di fegato;
  • NON malattie polmonari;
  • NON malattie emorragiche;
  • NON diabete in terapia insulinica;
  • Non epatite virale, non ittero (anche se in età giovanile), 2 anni dalla brucellosi;
  • NON crisi epilettiche;
  • VACCINAZIONI:
  • Esclusione temporanea per 4 settimane se il soggetto è asintomatico per BBG, parotite, febbre gialla, tipo morbillo, parotite, rosolia, varicella ecc.. Esclusione 48 ore se il soggetto è asintomatico per epatite A e B, rabbia ed encefalite da zecca e non c'è stata esposizione, altrimenti esclusione per un anno;
  • 4 mesi da agopuntura o tatuaggi, foratura lobi e piercing, almeno 48 ore da agopuntura se eseguita sotto controllo medico con metodica sterile (aghi monouso);
  • 3 giorni da trattamento con farmaci contenenti aspirina;
  • Esclusione temporanea per almeno 7 giorni dal termine della terapia antibiotica;
  • Esclusione permanente anche per malaria clinicamente guarita. Esclusione temporanea per 3 anni dalla donazione di sangue per chi ha vissuto per 5 anni consecutivi in zone malariche. Esclusione per 6 mesi per chi ha soggiornato in zona endemica in assenza di episodi febbrili dopo il rientro. Possono donare però plasma solamente se inviato alla produzione industriale di plasmaderivati;
  • NON promiscuità sessuale;
  • NON tossicodipendenti;
  • NON malattia di Creutzfeldt - Jakob.